TiburtinoToday

Torraccia, al “Miglio d’arte” arriva Fabrizio Moro

La statua di Fabrizio Moro non sarà l'unica opera ad arricchire l'area della barriera antirumore

L'artista con Fabrizio Moro - Foto di Domenico Rispoli

Non solo arte muraria: a Torraccia anche la scultura inizia a ritagliarsi un posto di tutto rispetto lungo il “Miglio d’Arte” realizzato in buona parte dagli artisti della scuderia di “Arte e città a colori” di Franco Galvano. Nei giorni scorsi, è stata scoperta un’opera annunciata ma tenuta riservata che prima ancora di essere inaugurata ha anche subito un atto vandalico. Un episodio che non ha fermato l’artista e neppure gli organizzatori, così grazie alla tenacia di tutti a Torraccia è arrivata la statua di Fabrizio Moro che nel vicino quartiere San Basilio è nato e vi ha trascorso parte della sua vita. 

La statua a grandezza naturale è stata prima vandalizzata poi ripristinata dall'artista 

A lasciare la firma lungo il “Miglio d’arte” questa volta è Domenico Rispoli, un artista di soli 25 anni cresciuto a pane e arte che finalmente ha potuto coronare il suo sogno: realizzare a grandezza d’uomo la statua del cantautore romano: “Fabrizio è stato molto felice della mia scelta” ha confessato Domenico al nostro giornale. “Avevo letto dell’iniziativa a Torraccia e ho contattato gli organizzatori, hanno accettato la mia offerta: realizzare una statua in microresina di Moro alta due metri” ha aggiunto. 
Domenico ha avviato i lavori a gennaio ma per un periodo ha lasciato l’opera: “Avevo smesso di credere di poterci riuscire fino a quando non ho ascoltato una delle ultime canzoni di Fabrizio Moro e così ho continuato a scolpire l’opera”. Avvolta in un telo di plastica, la statua è stata lasciata al “Miglio d’arte” in attesa dell’inaugurazione, auspicando anche la presenza di Fabrizio Moro ma proprio mentre si ultimavano i preparativi la statua è stata parzialmente vandalizzata. Domenico, è giunto a Roma da Benevento e ha ultimato il lavoro. Nei giorni scorsi l’opera è stata finalmente “scoperta” tra la gioia e la soddisfazione dell’artista, in primis e dell’intero quartiere. 

Altre statue saranno collocate al “Miglio d’arte”

Quella di Fabrizio Moro non sarà la sola statua ad essere posizionata nei pressi della barriera antirumore: “Siamo già in contatto con un liceo artistico e con un’associazione che si batte contro le discriminazioni di genere – ha spiegato ai nostri taccuini Giuseppe Corbellini che insieme a Franco Galvano è ideatore dell’opere – Siamo dispiaciuti per l’atto vandalico perché l’inaugurazione è slittata, se fosse avvenuta prima anche Fabrizio Moro avrebbe partecipato”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento