TiburtinoToday

Settecamini e la seconda via di uscita dal quartiere (che non c’è)

I cittadini: "Negli ultimi anni non è cambiato nulla, se non la piazza di Santa Maria dell'Olivo"

È tempo di “calma” a Settecamini, uno degli ultimi quartieri del Municipio IV collocato lungo la via Tiburtina. Già perché il decreto del governo Conte che impone il rispetto delle norme per evitare la diffusione del contagio da Covid-19 tiene ancora famiglie e lavoratori in casa, con una inevitabile “scomparsa” del traffico lungo la via consolare. Ma a Settecamini i residenti aspettano ancora la seconda via di uscita dal quartiere, promessa da tanto tempo e mai realizzata: via Trevi nel Lazio. Oltre al completamento di una parte dei lavori di via Tiburtina, che prevedono la realizzazione della rotatoria all’incrocio con via Marco Simone.

“E’ rimasto tutto come è sempre stato – ha detto Michela Esposito presidente del comitato Settecamini e dintorni – Adesso è stata perfino coperta la segnaletica stradale dai lavori avviati dalla Regione. Ora sono chiusi in casa ma cosa accadrà quando riprenderemo i ritmi di sempre?”. Oltre alla seconda via di uscita che i residenti chiedono a gran voce da molti anni, a Settecamini gli abitanti sono in attesa anche che il centro culturale riapra, così come il centro sportivo e così come la caserma dei carabinieri di via Rubellia chiusa ormai da due anni. “A noi abitanti è stata fatta una promessa, che la caserma sarebbe ritornata al suo posto ma ad oggi non è ancora successo nonostante ricordiamo alla presidente Della Casa l’impegno annunciato” ha fatto eco Marco Caruso presidente del comitato Parco Tibur. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante questo a Settecamini, proprio dinanzi alla chiesa del quartiere, è stata realizzata la piazza di Santa Maria dell’Olivo costata all’amministrazione municipale 850mila euro. “In questa somma avrebbe dovuto essere compresa la manutenzione e la pulizia, intanto questa mattina insieme ad un altro residente e con tutti i dispositivi di sicurezza abbiamo provveduto noi due” ha concluso Esposito. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento