TiburtinoToday

Riapre piazzale Loriedo: a Colli Aniene vince la lotta dei cittadini

Il bar "Dolce e salato" resta chiuso

E alla fine la lotta ha pagato: piazzale Loriedo è stata restituita ai cittadini di Colli Aniene. Nel pomeriggio di oggi, martedì 5 settembre, l'area, punto di aggregazione per eccellenza del quartiere, è tornata fruibile dai residenti.

Dai sigilli alla consegna della petizione

Lo scorso 8 agosto sono stati posti i sigilli al locale "Dolce e Salato" che da anni si occupava anche della gestione dell'area di piazzale Loriedo che, ricordiamo, è frutto di un progetto di più ampio respiro denominato "Cento Piazze". Da quel giorno i cittadini sono diventati orfani di un punto di riferimento, di uno spazio che crea soprattutto socialità e hanno deciso quindi di dare avvio a ogni forma di manifestazione per diffondere il proprio dissenso. "Roberta apri il parco" è stato il primo striscione affisso nelle vicinanze dell'area, poi una mozione in Campidoglio e una seconda in Municipio fino ad arrivare alle petizioni, una targata PD, l'altra avviata dall'associazione "Vivere a Colli Aniene". Quest'ultima è stata consegnata nella giornata di oggi all'ufficio protocollo del Tiburtino e inviata anche alla sindaca Raggi.

L'annuncio della minisindaca

A rendere nota la riapertura di piazzale Loriedo è stata la presidente del Municipio IV, Roberta Della Casa, che attraverso un post Facebook ha annunciato: "Siamo certi di dare soddisfazione al quartiere Colli Aniene comunicando che dopo un incontro con il gestore, in seguito all'approfondimento degli atti amministrativi e giuridici in merito alla convenzione, il parco di Piazzale Loriedo è stato riaperto alla cittadinanza. Resta per il momento interdetta l'attività dell'esercizio commerciale".

"Vittoria! Il parco riapre"

A commentare la riapertura di piazzale Loriedo è Antonio Barcella, presidente dell'associazione Vivere a Colli Aniene che a Roma Today ha raccontato la consegna della petizione: "Abbiamo raccolto oltre 1200 firme - ha spiegato - le abbiamo consegnate oggi agli uffici del protocollo al Tiburtino e abbiamo chiesto di parlare con la presidente ma siamo stati respinti perché era occupata". Usciti dagli uffici municipali quindi i promotori della petizione erano ancora all'oscuro di quanto sarebbe avvenuto di lì a poco: ovvero la riapertura del parco. Immancabile e comprensibile quindi il commento di Barcella: "Mettiamo da parte le polemiche per l’ennesima scortesia della minisindaca che non ha voluta dare soddisfazione ai latori della petizione comunicando a voce questa decisione - ha aggiunto - È un momento felice per Colli Aniene e non può rovinarcelo nessuno".

"La presidente riesce ad essere assente anche essendo presente"

"Oggi è un giorno importante per il nostro quartiere perché possiamo segnare un grande successo - ha commentao Stefano Monaco, presidente dell'associazione Roma Civitas Opus - grazie all'intervento massivo della cittadinanza e delle forza sociali del territorio". Dopo l'entusiasmo però: "Unica nota dolente - ha sottolineato Monaco - la presidente del Municipio riesce ad essere assente anche essendo presente". Ha concluso: "Ad informazione ricevuta avremmo pure pensato di ringraziarla ma a questi sgarbi istituzionali siamo tristemente abituati"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Manifestazione dei pensionati e sit-in dei pendolari: sabato attese oltre 20mila persone a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento