TiburtinoToday

A Colli Aniene i messaggi dei proiezionisti anonimi sulle facciate dei palazzi

Da Batman all'invito a donare il sangue: i messaggi proiettati sulle facciate dei palazzi di via Galati

La prima proiezione sulla facciata di uno dei palazzi a Colli Aniene è stata fatto lo scorso 18 marzo: il simbolo di Batman è stato proiettato in un cono di luce con la scritta "Chiediamo aiuto a Batman". Subito dopo l’invito a rimanere a casa con una scritta luminosa: “Dovete restare a casa!”. Ultima proiezione, in ordine di tempo, nella serata di venerdì quando i "proizionisti anonimi" hanno proiettato la scritta: "Zerocalcare comunque a Colli Aniene c'avemo ancora i ceci" in risposta al contenuto di un fumetto dell'artista romano. 

I proiezionisti anonimi di Colli Aniene

Gli autori del singolare gesto sono i “proiezionisti anonimi” che hanno anche creato una pagina FB, nata in pochissimi giorni e seguita da oltre mille persone. Abbiamo raggiunto gli autori della singolare iniziativa che ci hanno chiesto di preservare l'anonimato e che hanno risposto ad alcune domande. “Siamo un gruppo di ragazzi nati e cresciuti a Colli Aniene, l’idea è nata in maniera del tutto spontanea durante una chiacchierata tra amici che si sono ritrovati insieme dopo anni” hanno detto. Spiegando inoltre: “Le proiezioni sono la nostra isola che non c’è in questo incubo che stiamo vivendo tutti, il nostro gesto proietta un fatto reale, un pensiero o un’immagine sul muro. Sì certo, i social sono belli ma non possiamo dimenticare quanto è bello il mondo reale”. Se i proiezionisti anonimi sono il preludio di qualcos’altro è ancora presto per dirlo: “E’ sicuramente un gesto per dire a tutta la comunità di tenere alta la speranza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I messaggi proiettati sui muri dei palazzi 

Un modo per infondere speranza e per esorcizzare la paura, una soluzione singolare e diversa dal flash mob musicale che si diffonde in molte altre zone della città. Nei giorni scorsi, dallo stesso cono di luce, è stato lanciato da Roma un messaggio alla città di Bergamo, raffigurato da una scritta e da un cuore: "Bergamo". Tra i messaggi anche l’invito a donare il sangue, altra necessità in città: “Vuoi uscire a donare il sangue con me?”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Prova a scavalcare ma rimane infilzato: muore per infezione in ospedale. I genitori denunciano i medici

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento