TiburtinoToday

Cade un'altra stella al Tiburtino: si dimette Rolando Proietti Tozzi, è il terzo assessore ad andare via

Altri due assessori sono stati "cacciati"

Rolando Proietti Tozzi

La giunta Della Casa perde un altro pezzo. Nella mattina di martedì, Rolando Proietti Tozzi, ormai ex assessore al sociale del Tiburtino ha rassegnato le sue dimissioni rimettendo le deleghe in maniera “irrevocabile”. Nessuna motivazione alla scelta viene riportata all’interno della nota protocollata presso gli uffici del Municipio: abbiamo raggiunto al telefono l’ex delegato alle politiche sociali che però non ha rilasciato nessuna dichiarazione su quanto avvenuto nelle ultime ore. Intanto, negli ambienti di via Tiburtina 1163: “Le dimissioni dell’assessore Tozzi sono una vittoria della presidente”. Con Tozzi sale a due il numero degli assessori che si sono dimessi spontaneamente, altri due assessori sono stati destituiti, poi è stata la volta di un consigliere a dimettersi, a seguire diverse rotazioni di presidenti di commissione. Non da ultime, le dimissioni prima protocollate e poi ritirate della capogruppo Di Pietro (qui le dimissioni accettate, concordate, le rotazioni di nomine).

La revoca della nomina di vice presidente del Municipio

Era il febbraio di quest’anno quando la presidente Roberta Della Casa ha revocato la nomina di vicepresidente del Municipio all’ex assessore Tozzi. Un gesto che aveva fatto storcere il naso ai grillini del Tiburtino ma anche un boccone amaro mandato giù senza colpo ferire. Insomma, seppur con qualche mal di pancia il gruppo ha continuato a non opporsi alle scelte politiche della presidente. Rolando Proietti Tozzi è considerato un “pezzo da novanta” nel Movimento romano: il suo impegno nel sociale e nei confronti degli “ultimi” è noto a tutti, residente del Tiburtino è stato assessore alle politiche sociali fin dall’esordio grillino in Municipio.

Buco da 600mila euro per i fondi al sociale

Le dimissioni dell’assessore Tozzi le aveva chieste il Partito Democratico durante lo scorso mese di agosto quando durante una commissione è emerso un buco di 600mila euro per l’assistenza ai disabili del Tiburtino. “Uno scontro interno che termina con le giuste dimissioni di Tozzi, una persona corretta e sempre disponibile al confronto ma ci lascia un buco considerevole che dovrà essere colmato con altri fondi da sottrarre ad altre voci di bilancio” ha commentato Sciascia.

“Ma a perdere, oltre al territorio che in questi casi ci perde sempre, è il gruppo municipale pentastellato. I consiglieri hanno tentato una difesa disperata di Tozzi, disposti ad arrivare fino alle estreme conseguenze pur di lasciarlo al suo posto. Ma alla fine ha vinto la Presidente Della Casa, che per l’ennesima volta ribadisce che a comandare è lei. E che i suoi consiglieri devono attenersi sempre alle sue decisioni” ha concluso il consigliere dem. Toni polemici anche quelli di Nicolò Corrado, presidente della commissione trasparenza:"Finte rotazioni delle poltrone con presidenti di commissione che, in pochi mesi, prima vengono fatti fuori e poi vengono rieletti, assessori che cambiano con il cambiare delle stagioni, consiglieri che prendono schiaffi dai propri assessori, altri che si dimettono in contrasto, altri ancora che annunciano ricorsi al TAR".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

Torna su
RomaToday è in caricamento