TiburtinoToday

Settecamini, un bando per riqualificare il centro sportivo “Valentina Caruso”

Il bando sarà pubblicato entro il 30 giugno. Il centro sportivo resta anche nella classifica di "Roma Decide"

Il centro sportivo di Settecamini chiuso un anno fa sarà messo a bando ma resta anche inserito all’interno del “bilancio partecipativo” promosso dal Campidoglio e denominato “Roma Decide”. Chi vorrà gestire il centro sportivo dovrà prima riqualificarlo. A spiegare il procedimento previsto dalla commissione sport capitolina in sinergia con quella municipale è Angelo Diario, il presidente, che a seguito della pubblicazione sulla nostra testata di un articolo che rimanda le sorti del centro sportivo alla bontà dei like ha raccontato cosa prevede il bando che non è ancora stato pubblicato. (QUI IL LINK)

Il bando per l'assegnazione del centro sportivo e per la sua riqualificazione 

“Per noi e per il Municipio IV il centro sportivo di Settecamini è una priorità e abbiamo dato mandato agli uffici di lavorare a un bando per la riassegnazione della struttura – ha spiegato – Gli ultimi aggiornamenti risalgono a pochi giorni fa quando dal Dipartimento sport mi hanno comunicato che il bando è in dirittura d’arrivo e sarà pubblicato entro il 30 giugno”. 

Perché il centro sportivo resta ancora inserito nell’elenco del bando “Roma Decide”?

Abbiamo chiesto al presidente della commissione sport come mai, nonostante ci sia in previsione un bando per il centro sportivo, il nome della struttura sia ancora presente in “Roma Decide” (proposte avanzate dai cittadini, suscettibili di like che verranno classificate in base al numero di “mi piace” ottenuti dagli utenti del web e poi eventualmente realizzati in caso di vittoria). “Nel caso di “Roma decide la proposta è stata avanzata dai cittadini, se dovesse risultare tra i vincitori e contestualmente la struttura fosse già stata assegnata con il bando la classifica scalerebbe” ha precisato. Inoltre sono diversi gli scenari possibili: poiché il bando che sarà pubblicato entro il 30 giugno prevede che l’assegnazione avvenga previa riqualificazione, potrebbe anche non pervenire nessuna domanda. 

La famiglia di Valentina: "Fa male vedere il centro ridotto così"

Intanto, i cittadini del quartiere attendono con asia la rimessa in funzione del centro sportivo “Valentina Caruso” ma più di tutti a chiederlo è la famiglia di Valentina, la giovane ragazza di Settecamini morta a soli 14 anni. “Evito anche di andare al supermercato vicino al centro sportivo perché mi fa male vedere la struttura ridotta così” ha spiegato ai nostri taccuini Domenico, il papà di Valentina che pochi giorni fa è stato ricevuto insieme al comitato Settecamini e dintorni alla segreteria dell’assessorato allo sport capitolino. “Mi hanno risposto che non ci sono fondi disponibili ma la riapertura del centro deve avvenire perché era davvero bello vederlo vivo in un quartiere che non ha nulla”. 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: domani 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Pistola contro la vittima per rapinarla del Rolex, poi cade in scooter durante la fuga

Torna su
RomaToday è in caricamento