TiburtinoToday

Torraccia, si chiama Sergio e ha 88 anni l’angelo di piazza Ambrosini

Tutti i giorni, mattina e pomeriggio, si reca in piazza a Torraccia per manutenerla con rastrello e paletta

Foto di Adriano Calderini

Ha quasi 88 anni (li compirà il prossimo marzo) e da soli 11 mesi vive a Torraccia. Un periodo di tempo brevissimo che però non gli ha impedito di coltivare amore e passione per il quartiere. Sergio, questo è il suo nome, tutte le mattina imbraccia ramazza e paletta a si prende cura di piazza Ambrosini. Lo fa con così tanta dedizione che per gli abitanti del quartiere è diventato “l’angelo” di Torraccia. 

Prendersi cura della piazza, per Sergio è un lavoro

“Quando sono venuto a vivere qui, questa piazza era abbandonata – ha spiegato al nostro giornale specificando come dall’Umbria sia arrivato nel Lazio, prima ai castelli e poi a Pietralata fino a raggiungere suo figlio a Torraccia – E mi sono offerto di fare qualcosa”. Per Sergio manutenere piazza Ambrosini è diventato un lavoro a tempo pieno: di mattina e di pomeriggio, non si ferma. “Mio padre è raggiungibile sempre dopo il tramonto perché fino a quel momento è in piazza a lavorare” ci spiega suo figlio Adriano. “Scendo giù con la zappa e il rastrello, rimuovo le cartacce – ha raccontato – Qualcuno si ferma, mi saluta e mi ringrazia, altri passano dritto ma questo fa parte anche del carattere di ognuno”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche membro del gruppo Retake Torraccia

Sergio fa parte anche del gruppo Retake di Torraccia che interviene nel quartiere: “Io intervengo tutti i giorni, perché ho molto tempo libero”. Alla fine del suo lavoro, Sergio raccoglie gli attrezzi e li deposita in un vano del suo palazzo, il giorno dopo li riprende e ricomincia il suo lavoro. Lo fa per lui, lo fa per tutti gli abitanti del quartiere che proprio dalle pagine di FB lo hanno ribattezzato l’angelo di Torraccia. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

Torna su
RomaToday è in caricamento