TiburtinoToday

Certificati solo con il pos: disagi (isolati) nel municipio IV. L'assessore grillino: "Nuovo sistema più adatto e trasparente"

Disagi per il pagamento con bancomat agli uffici anagrafici ma il M5s commenta: "Solo in un caso, malfunzionamento pos"

Bancomat, carte di credito e prepagate. Sono solo queste le modalità che consentono, con l’avvio del nuovo anno, il pagamento di bolli e certificati presso gli uffici anagrafici del Tiburtino come di tutti i municipi presenti sul territorio del Comune di Roma. La partenza però ha registrato disagi soprattutto negli uffici del Municipio Roma IV di via Tiburtina 1163 (sede centrale) e agli uffici anagrafici del mercato San Romano (sede distaccata).

“Nelle giornate di mercoledì e giovedì il sistema di pagamento con il pos si è bloccato di continuo – ha commentato Massimiliano Umberti, capogruppo dem in consiglio – sarebbe stata più opportuna una verifica approfondita del nuovo funzionamento per evitare conseguenze agli utenti costretti ad attendere tempi biblici”. Al disagio tecnico, nuovi rallentamenti: “Il personale dell’ufficio anagrafico è carente di tre unità, la ricollocazione degli impiegati ha causato disagi ai cittadini e anche questo doveva essere previsto” ha concluso Umberti. 

Abbiamo raggiunto Daniela Giuliani, assessora al commercio e al personale del parlamentino di via Tiburtina 1163 che ha così replicato: "Nessuna disfunzione legata all’assenza di personale, già nel mese di dicembre ci sono state nuove assunzioni e altre avverranno a gennaio così tutti gli uffici saranno al completo per quanto riguarda l’organico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sui disagi legati al pos ha specificato: “Si sono registrati solo presso la sede distaccata di via San Romano per un malfunzionamento dell’apparecchio che può succedere e che sarà ripristinato in tempi brevi, inoltre – ha sottolineato – in questi uffici, essendoci la possibilità di avere certificati a vista senza prenotazione i cittadini arrivano da tutta la città e non si può avere contezza dell’utenza, cosa che invece non avviene alla sede centrale”. Ha concluso: “E’ necessario anche che i cittadini si abituino al nuovo sistema perché è più adatto e trasparente”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

Torna su
RomaToday è in caricamento