TiburtinoToday

Certificati solo con il pos: disagi (isolati) nel municipio IV. L'assessore grillino: "Nuovo sistema più adatto e trasparente"

Disagi per il pagamento con bancomat agli uffici anagrafici ma il M5s commenta: "Solo in un caso, malfunzionamento pos"

Bancomat, carte di credito e prepagate. Sono solo queste le modalità che consentono, con l’avvio del nuovo anno, il pagamento di bolli e certificati presso gli uffici anagrafici del Tiburtino come di tutti i municipi presenti sul territorio del Comune di Roma. La partenza però ha registrato disagi soprattutto negli uffici del Municipio Roma IV di via Tiburtina 1163 (sede centrale) e agli uffici anagrafici del mercato San Romano (sede distaccata).

“Nelle giornate di mercoledì e giovedì il sistema di pagamento con il pos si è bloccato di continuo – ha commentato Massimiliano Umberti, capogruppo dem in consiglio – sarebbe stata più opportuna una verifica approfondita del nuovo funzionamento per evitare conseguenze agli utenti costretti ad attendere tempi biblici”. Al disagio tecnico, nuovi rallentamenti: “Il personale dell’ufficio anagrafico è carente di tre unità, la ricollocazione degli impiegati ha causato disagi ai cittadini e anche questo doveva essere previsto” ha concluso Umberti. 

Abbiamo raggiunto Daniela Giuliani, assessora al commercio e al personale del parlamentino di via Tiburtina 1163 che ha così replicato: "Nessuna disfunzione legata all’assenza di personale, già nel mese di dicembre ci sono state nuove assunzioni e altre avverranno a gennaio così tutti gli uffici saranno al completo per quanto riguarda l’organico".

Sui disagi legati al pos ha specificato: “Si sono registrati solo presso la sede distaccata di via San Romano per un malfunzionamento dell’apparecchio che può succedere e che sarà ripristinato in tempi brevi, inoltre – ha sottolineato – in questi uffici, essendoci la possibilità di avere certificati a vista senza prenotazione i cittadini arrivano da tutta la città e non si può avere contezza dell’utenza, cosa che invece non avviene alla sede centrale”. Ha concluso: “E’ necessario anche che i cittadini si abituino al nuovo sistema perché è più adatto e trasparente”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento