TiburtinoToday

San Basilio, ucciso a sprangate per un debito: fermati due uomini

Due uomini sono stati fermati la scorsa notte dai carabinieri perché potrebbero essere coinvolti nell'omicidio del 47/enne ucciso ieri in strada nella capitale

Potrebbe esserci una svolta nelle indagini sull'omicidio commesso ieri sera a San Basilio: due uomini sono stati fermati la scorsa notte dai carabinieri perché potrebbero essere coinvolti nell'omicidio del 47/enne ucciso con un colpo di spranga a causa di un debito. Uno dei fermati si trova ora nella stazione dell'Arma di San Basilio - la zona dove è avvenuto il delitto -, l'altro è invece all'ospedale Pertini. I militari stanno valutando la posizione di entrambi. Secondo quanto si è appreso, nelle prossime ore il magistrato ascolterà anche il figlio della vittima, che ha assistito all'omicidio.

Ieri sera sembrava una lite per viabilità. Con il passare del tempo è venuta fuori la verità: alla base della lite che ha portato alla morte di Marco C. un credito reclamato dalla vittima nei confronti del suo assassino.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento