TiburtinoToday

Municipio IV: l’osservatorio delle politiche abitative è fermo al palo. Sciascia (PD) scrive al Prefetto

Una richiesta di intervento inviata direttamente al Prefetto per chiedere il rispetto delle leggi e della trasparenza

Una direttiva di giunta per censire gli abitanti delle case popolari e le loro eventuali morosità, una richiesta di accesso agli atti rimasta inevasa e l’istituzione di un Osservatorio delle politiche abitative che in un anno si è riunito due volte. Siamo al IV Municipio, a guida Cinque Stelle, dove circa il 70% delle abitazioni è popolare. A denunciare la mancanza di trasparenza è Emiliano Sciascia, consigliere PD del Quarto che “per vedere garantito il rispetto della legge” è stato costretto a scrivere al Prefetto di Roma. Ma andiamo con ordine. 

La direttiva di giunta a febbraio di quest’anno e la richiesta di accesso agli atti rimasta inevasa

Nel febbraio di quest’anno, una direttiva della giunta Della Casa impegna il direttore del Municipio “attivare un censimento delle persone abitanti nelle case ERP presenti sul territorio municipale al fine di determinare la misura di alloggi liberi o occupati senza titolo e di quantificare le eventuali morosità in presenza di regolare titolo di assegnazione”. Dopo alcuni mesi dalla discussione della direttiva, arriva da parte del PD la richiesta di accesso agli atti, era l’8 aprile: “Avrei voluto conoscere l’esito del lavoro svolto dal direttore del Municipio ma non ho mai avuto ricevuto risposta dagli uffici competenti” ha spiegato ancora Sciascia. 

L’Osservatorio delle politiche abitative istituito lo scorso anno ha registrato solo due incontri

Nel gennaio dello scorso anno al IV Municipio viene istituito l’Osservatorio sulle politiche abitative che vede la prima convocazione ad opera dell’ex assessore di riferimento Rolando Proietti Tozzi (poi dimissionario). Da quel momento, fino ad ora, si sono svolte due riunioni. “L’Osservatorio delle Politiche Abitative (che evidentemente in Giunta era stato sostenuto dal solo ex Assessore Tozzi) non si riunisce più da quasi un anno, quindi interviene la Giunta, ma se si prova a chiedere gli esiti di un atto votato dalla Presidente del Municipio l’unica risposta che si ottiene è il silenzio – ha concluso Siascia - Per queste ragioni ho scritto al Prefetto di Roma affinché intervenga sul Municipio per garantire il rispetto della legge e dello Statuto di Roma Capitale. Spero che anche il M5S si attivi per garantire quella che una volta era una loro bandiera, ovvero la trasparenza degli atti amministrativi”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento