TiburtinoToday

San Basilio, lite per un debito: ucciso in strada davanti al figlio

Ieri sera sembrava una lite per viabilità. Con il passare del tempo è venuta fuori la verità: alla base della lite che ha portato alla morte di Marco C. un credito reclamato dalla vittima nei confronti del suo assassino

Un inseguimento e poi la lite. Questa la parte finale di quanto accaduto ieri sera a San Basilio. All'incrocio tra via Casale di San Basilio e via Recanati si possono ancora scorgere i vetri, segno di quello che è stato uno degli atti finali che hanno portato alla morte del 47enne Marco C.. Una lite per viabilità si era detto ieri sera. Con il passare delle ore invece la situazione si è fatta più chiara. Quella lite è stato solo il punto finale di un diverbio nato sotto casa del futuro assassino del 47enne.

Alla base del diverbio un credito reclamato dalla vittima. Una lite in strada, parole grosse. Sembrava finita lì e invece. All'incrocio tra via casale di San Basilio e via Recanati il dramma. Prima lo scontro tra le due auto, poi la colluttazione. Volano parole grosse. E' anche intervenuto il figlio della vittima, 19 anni. A quel punto il creditore ha preso una spranga e ha sferrato un colpo violento in testa al debitore, Marco C.

La prima ricostruzione data, quella della lite per viabilità, non aveva convinto gli investigatori, anche perché non suffragata da testimonianze raccolte. La verità è venuta fuori dal figlio della vittima che dopo un'iniziale resistenza sulla versione del delitto per lite stradale, ha detto quanto realtà era accaduto. L'assassino è ora ricercato.
 

FERMATI DUE UOMINI PER L'OMICIDIO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

  • Sfratti, Marina e i suoi 4 figli da oggi sono per strada: "Il Comune non paga più il buono casa"

  • Smarrita a 4 anni alla stazione Termini: rintracciata dalla polizia e riaffidata ai genitori

Torna su
RomaToday è in caricamento