TiburtinoToday

La trasparenza al Tiburtino accende lo scontro. Della Casa: "Pd alla canna del gas"

Si accende la polemica al Tiburtino: Della Casa "attacca" le firme alla sfiducia di Corrado e le opposizioni gridano al bavaglio annunciando battaglia

La revoca della presidenza della commissione trasparenza accende la polemica al Tiburtino. A causa della mancata convocazione della commissione presieduta da Nicolò Corrado (PD), perpetrata per mesi, i gruppi politici del Municipio Roma IV hanno presentato una proposta di revoca: è stato così che nel pomeriggio di giovedì il partito democratico ha perso la presidenza di una delle commissioni consiliari più importanti perché garante del controllo e della trasparenza sull’operato amministrativo.

È Dino Bacchetti il presidente designato, lunedì la capigruppo

Già nella stessa giornata di giovedì i gruppi politici presenti (Forza Italia, Lista Marchini e Fratelli d’Italia) hanno trovato una quadra sul prossimo nome e nella mattina di venerdì la “designazione” è stata protocollata: Dino Bacchetti, Forza Italia. Solo la riunione dei capigruppo di lunedì porterà all’elezione definitiva del nuovo presidente. 

“Le firme della sfiducia nascondono mire personali? Quale trasparenza?”

Intanto però sulla pagina Facebook, la minisindaca Roberta Della Casa scrive: “Che il PD sia alla canna del gas è sotto gli occhi di tutti e la frattura è risultata insanabile anche al IV Municipio con l’evidente difficoltà di sostenere anche il proprio presidente di commissione. Ringrazio tuttavia l’ex presidente per il lavoro svolto finora sebbene io non lo abbia spesso condiviso. Adesso assisteremo ad uno scenario in cui bisognerà capire se le firme della sfiducia non nascondessero in realtà mire personali di qualcun altro e soprattutto quale “trasparenza” vorrà perseguire il nuovo presidente e quale “garanzia” o per meglio dire, garanzia di chi... Vigilerò personalmente affinché il valzer delle poltrone non nasconda occulti scambi di favori. Auguri di buon lavoro a chiunque sarà il nuovo designato”.

“Reazione stizzita, travalica le sue competenze”

Immediata la reazione di Forza Italia che non ci sta alle parole della presidente Della Casa e commenta: “Reazione stizzita, scomposta, intervento a gamba tesa che travalica le sue competenze e lascia trasparire preoccupata irritazione – ha detto Dino Bacchetti – Invierò il commento di Della Casa alla commissione trasparenza del Comune di Roma e chiederemo ai gruppi consiliari capitolini di intervenire, questa posizione non è compatibile con il ruolo di presidente di Municipio che rappresenta tutti i cittadini, non c’è rispetto istituzionale”. A questo ha aggiunto: “Non solo, tra la presidente e il gruppo consiliare sembra non ci sia rapporto fiduciario, considerato che le firme apposte sono anche quelle del Movimento Cinque Stelle”. 

Per la Lista Marchini si tratta di “Dichiarazioni sconcertanti”

Non è meno dura la posizione della Lista Marchini: “Dichiarazioni sconcertanti, segno di ingerenza con le commissioni municipali o un nuovo goffo tentativo di imbavagliare le opposizioni” ha aggiunto il capogruppo Giorgio Trabucco. Parla anche il Partito Democratico che fino ad ora sulla vicenda aveva scelto il silenzio: “Di fronte a questi attacchi, non faremo altro che sostenere chiunque sia a garanzia di una battaglia incessante nei confronti della presidente”. 

Il M5s: “La presidente si rivolge solo ai gruppi di opposizione”

“Ci siamo accodati a una nota in cui si chiedeva la revoca del presidente Corrado e da gruppo di maggioranza abbiamo firmato così come prevede il regolamento – ha precisato Francesco Brizzi, commissario della trasparenza e presidente del consiglio municipale (M5s) – Il messaggio della presidente è rivolto alle opposizioni, la maggioranza in questa fase è solo spettatrice”. 
Non è entrato nel merito della polemica invece Gianni Ottaviano, firmatario anch’egli della sfiducia ma ha commentato la scelta di designare Bacchetti come presidente: “Sulla scia del successo in Abruzzo il centro destra ritrova l’unità anche in IV municipio, così la commissione trasparenza torna ad essere rappresentata da quelle forze politiche che oggi sono la maggioranza nel paese e anche nel Municipio IV” (a conferma della chiacchierata asse Fdi-Della Casa?). 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento