TiburtinoToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Centro di via del Frantoio, Casapound irrompe in municipio

Avevano annunciato un'occupazione dell'aula, al consiglio municipale di via Tiburtina, ma così non è stato. Dopo il breve corteo una delegazione è salita per chiedere un consiglio straordinario sui fatti accaduti davanti al centro della Croce Rossa la scorsa settimana.

 

La richiesta è sempre la stessa: "Chiudere immediatamente il centro di via del Frantoio", dice Mauro Antonini di Casapound in testa ad un piccolo corteo di attivisti e cittadini del Tiburtino III, prima di recarsi nell'aula consiliale del IV municipio. "Ci sono mamme di zona che stanno ritirando i bambini dalla scuola elementare Fabio Filzi - spiega Yari Dall'Ara, residente di zona e volto ormai noto dopo i fatti accaduti il 29 agosto scorso davanti al centro Cri - Non siamo razzisti, ma questo centro non deve stare la". 

E poco importa, evidentemente, se la versione di Pamela, la 36enne che disse si essere stata sequestrata ed aggredita, è stata di fatto smentita dagli inquirenti: "Noi non facciamo indagini, le fa la polizia - continua Antonini - ma quello che è accaduto era prevedibile, lo profetiziamo da almeno due anni".

Dopo circa un'ora di "confronto" in aula, col consiglio sospeso - ai cronisti non è stato permesso di fare delle video riprese - i "fascisti del terzo millennio" si portano a casa l'impegno, sottoscritto da tutti i capigruppo di opposizione e maggioranza, del consiglio straordinario sul centro di via del Frantoio mercoledì 13 settembre. Peccato che, il contenuto del confronto, che si svolgerà al centro anziani del Tiburtino III, non porterà avanti necessariamente la loro linea. "Avevamo già richiesto un ordine del giorno protocollato proprio ieri (5 settembre, ndr) per affrontare quanto accaduto tra residenti e migranti davanti al centro - spiega Massimiliano Umberti, capogruppo del Partito democratico al municipio IV - si sarebbe fatto comunque". Con il Pd che sostiene vicinanza alla Croce Rossa, il Centrodestra che ne chiede la chiusura, il M5S che condanna le violenze. Insomma, nulla di nuovo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento