TiburtinoToday

"Non eravamo sulla stessa lunghezza d'onda", così Della Casa ha liquidato l'assessore allo sport

La minisindaca Roberta Della Casa ha parlato di "incompatibilità di idee" con l'ormai ex assessore Perazzini. Il partito democratico ha gridato alle "dimissioni" della presidente pentastellata

Immagine di archivio

“Non eravamo sulla stessa lunghezza d’onda, credo pertanto che la collaborazione non poteva essere portata avanti”. Ha replicato così Roberta Della Casa, presidente pentastellata del municipio Roma IV, a seguito della “cacciata” di Claudio Perazzini dal parlamentino di via Tiburtina. Sulle motivazioni che l’hanno indotta a dimissionare l’assessore alla cultura e allo sport ha continuato: “Una incompatibilità di idee sull'andamento generale, credo che quando un assessore sposa la causa di un qualsiasi governo, non dico debba andare in giro con la bandiera, ma di certo attenersi alle linee votate dall’elettorato e quando questo non avviene il rapporto purtroppo si deve interrompere”.  

Sulle festività in calendario dei prossimi giorni la minisindaca pentastellata ha assicurato: “Porteremo avanti tutto quello che abbiamo in programma, per il 25 aprile sono previste tre commemorazioni e, inoltre, stiamo lavorando anche al Natale di Roma”. Ancora nessun nome nella rosa dei possibili sostituti: “Stiamo valutando senza particolare fretta la scelta del nuovo assessore che verrà svolta sulla base dei curriculum che riceveremo, per ora – ha concluso Della Casa – le deleghe restano a me”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediato l’attacco del partito democratico in questa fase che ha tuonato: “La Della Casa faccia come Pace e si dimetta – ha esordito Massimiliano Umberti, capogruppo del Partito Democratico al Municipio Roma IV – La presidente ha dimostrato ancora una volta che non è in grado di amministrare il municipio, chiunque la pensa in maniera diversa viene cacciato, così come accaduto per Brugiotti ex assessore al bilancio, preferisce “yesman” a persone competenti”.
Ed è proprio Umberti a raccontare un episodio quanto meno singolare avvenuto nella mattina di venerdì 14 aprile nelle stanze del Municipio: “Perazzini è arrivato in ufficio e ha trovato la serratura cambiata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento