TiburtinoToday

San Basilio e Primavalle controllati a tappeto: 3 arresti e 4 denunce

Il bilancio dei controlli è di 500 persone identificate e 350 veicoli ispezionati. Numerose le contravvenzioni elevate al Codice della Strada. quattro le persone denunciate e tre quelle arrestate

Stretta sui controlli da parte degli agenti del Commissariato Primavalle che in concomitanza con quelli del Commissariato San Basilio hanno “cinturato” tutte le strade passando al setaccio i due quartieri con l’ausilio del Reparto Cinofili. Il bilancio è di 500 persone identificate e 350  veicoli ispezionati. Numerose le contravvenzioni elevate al Codice della Strada. Due le persone denunciate in stato di libertà e tre quelle arrestate.

Il primo a finire sotto nella rete dei controlli è un romano di 53 anni, proprietario di un comprooro in zona Trionfale. L'uomo nascondeva nella cassaforte 30 chili di argento e un chilo d’oro del quale non ha saputo giustificare il possesso. A scoprire il "tesoro" gli agenti del Commissariato Primavalle che ieri mattina nel corso di un controllo presso l’attività di preziosi hanno riscontrato alcune difformità tra quanto elencato nel registro di Polizia e il materiale prezioso visibile nelle vetrine. Nella cassaforte gli agenti hanno anche rinvenuto una pistola calibro 7,65 munita di relativo munizionamento e 2 caricatori, che il titolare del comprooro aveva illegalmente trasferito dalla sua abitazione al negozio senza alcun titolo di autorizzazione. Nascosti sotto il bancone, gli agenti hanno inoltre ritrovato 2 coltelli a serramanico con lama a stiletto della lunghezza di 25 centimetri, un coltello modello “duello rusticano” della lunghezza di 35 centimetri e un’ascia del peso di 2 chili irregolarmente detenuti. Nel locale blindato, oltre agli oggetti preziosi di dubbia provenienza furtiva sono stati ritrovati 25mila euro in contanti oltre a numerosi assegni post-datati a favore del 53enne. Al termine degli accertamenti il materiale prezioso e le armi sono stati sequestrati mentre per il proprietario è scattata la denuncia per ricettazione e porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere.

A finire in manette anche un uomo di 47 anni, colpito da un ordine di carcerazione emesso dall’autorità giudiziaria per omicidio, mentre per un romano di 37 anni, trovato in possesso di sostanza stupefacente, l’arresto è scattato per detenzione ai fini di spaccio. A cadere nella rete degli uomini del Commissariato San Basilio, un ragazzo romano di 24 anni fermato in strada per un controllo. Sottoposto a perquisizione, all’interno della manica della felpa del giovane, gli agenti hanno rinvenuto una busta di cellophane contenente marijuana, mentre nel portafogli sono stati ritrovati circa 800 euro in contanti, probabilmente provento dell’attività di spaccio. All’interno del cappuccio della giacca indossata dal 24enne, inoltre, gli agenti hanno trovato un coltello a scatto della lunghezza di 20 centimetri. Per un 26enne è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per porto abusivo di arma da taglio. A “fiutare” lo stupefacente all’interno della casa di del giovane romano sono stati i cani antidroga della Questura.  Nell’abitazione,  in zona San Basilio, i poliziotti hanno rinvenuto 42 grammi di marijuana e 48 grammi di cocaina. Per il 26enne sono scattate le manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento