TiburtinoToday

A Casal de' Pazzi è emergenza materna: mancano le supplenti, bambini a casa

Mancano le supplenti e i bambini non entrano. Dall'assessorato alla cultura del Municipio IV arriva la risposta

Immagine di archivio

Mancano le insegnanti e i bambini non entrano in classe o, quel che è peggio, vengono mandati a casa prima dell’orario previsto. Siamo alla scuola materna Cecchina d’Aguzzano, nel quartiere Casal de’ Pazzi dove alcuni episodi accaduti di recente hanno messo in allarme i genitori che hanno presentato anche esposto ai carabinieri. Abbiamo ascoltato una mamma, Cora Emily Fischer Di Lillo: “Un disagio incredibile che non si manifesta sporadicamente ma tutti i giorni perché non sappiamo mai se i nostri figli possono entrare in classe oppure no”. Già perché quando mancano le insegnanti, i bambini entrano in numero ridotto e una volta raggiunte determinate unità gli altri restano fuori. Oppure, nel pomeriggio, i genitori vengono chiamati per riprendere i bambini. “Abbiamo scritto alle istituzioni ma non abbiamo ottenuto nessuna risposta e così abbiamo presentato un esposto ai carabinieri per capire se ci sono delle rilevanze penali e per tenere alta l’attenzione”.

A sollevare la problematica anche la Lista Marchini del Municipio IV che ha presentato interrogazione all’assessore alla scuola Stefano Rosati per comprendere quali soluzioni si intendono adottare. Ai nostri taccuini Giorgio Trabucco, capogruppo LM commenta: “La scuola Cecchina d’Aguzzano non è la sola a presentare questa problematica, lo stesso avviene anche all’interno della scuola di via Franceschini a Colli Aniene, vogliamo capire perché accade questo e come l’amministrazione intende provvedere – conclude – ci siamo attivati immediatamente dopo l’esposto dei genitori”. 

Abbiamo raggiunto Stefano Rosati, titolare della delega alla scuola della giunta Della Casa che ha spiegato: “Nonostante le ricognizioni per il reperimento di supplenti sia per la scuola Cecchina d’Aguzzano che per altri plessi esiste una carenza notevole in tutta la città, stiamo spingendo affinché la parte politica e amministrativa a livello comunale redigano un nuovo regolamento per sopperire al tale mancanza sia per i nidi che per le scuole dell’infanzia e speriamo venga deliberato in tempi brevi. Nonostante le nostre graduatorie non riusciamo a coprire tutte le supplenze”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento