TiburtinoToday

Via Tiburtina riaperta al traffico la corsia centrale: "liberati" residenti e commercianti

Nella mattina di venerdì il taglio del nastro. All'evento, oltre la giunta municipale anche la sindaca Raggi

Foto di Andrea Mariotti

È stata riaperta al transito la corsia centrale di via Tiburtina, nel tratto compreso tra largo Camesena e il quartiere Casal Bruciato. Da quasi dieci anni la strada era ostaggio dei cantieri necessari alla realizzazione degli impianti fognari: uno status che ha avuto tra le conseguenze più disarmanti il congestionamento del traffico sulla via consolare e la presenza di bandoni e blocchi di cemento al centro della carreggiata generando degrado e abbandono. 

Raggi: “Una piccola rivoluzione”

A tagliare il nastro, nella mattina di venerdì, anche la sindaca Virginia Raggi, insieme alla presidente del Municipio Roberta Della Casa e la giunta municipale con i consiglieri di maggioranza (M5s). “Una piccola rivoluzione per una zona che, per troppo tempo, era stata penalizzata da rallentamenti del traffico e disagi e che adesso è una splendida carreggiata completamente rifatta” ha commentato la prima cittadina sul suo profilo FB a margine dell’evento. 

Disciplina del traffico su via Tiburtina

Con l’apertura delle corsie centrali il traffico veicolare viene smistato lungo tutta la carreggiata. A spiegare la viabilità è Andrea Mariotti, assessore alla mobilità, urbanistica e patrimonio della giunta municipale: “Da largo Camesena verso via Cave di Pietralata è aperta a tutti per consentire la svolta a sinistra a tutti i veicoli, successivamente diventa aperta al trasporto pubblico, ai veicoli autorizzati e ai mezzi di portata superiore alle 2,5 tonnellate – ha precisato- queste tre categorie possono circolare in tutta la strada in entrambi i sensi di marcia”. 

Andrea Mariotti, assessore M5s: “Grande risultato che sei mesi fa non era affatto scontato”

“Una grande soddisfazione rivedere utilizzata questa carreggiata, un risultato che 6 mesi fa non era affatto scontato – ha puntualizzato Mariotti - questa città è abituata a far diventare normalità eventi e fatti di carattere eccezionale anche a discapito dell'interesse comune”. Ha precisato: “Perdiamo parcheggi ma velocizziamo il trasporto pubblico e privato in attesa che il progetto avanzi e consenta l’inserimento delle piste ciclabili e gli arredi urbani”. Mariotti ha voluto, infine, ringraziare i tecnici del Dipartimento e la commissione mobilità del Campidoglio per “non aver mai allentato l’interesse sulla tematica”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento