TiburtinoToday

Case Rosse, Codici: “I cittadini chiedono trasparenza e approfondimenti”

Case Rosse, Codici: “I cittadini chiedono trasparenza e approfondimenti”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

E’ stato effettuato questa mattina il blitz della polizia municipale in un’industria chimica vicino a Case Rosse. Gli accertamenti servono a verificare l’eventuale presenza di sostanze tossiche nell’ambiente.
La notizia non è nuova a Codici, solo poche settimane fa, infatti, l’Associazione ha ricevuto una delegazione di cittadini che denunciava la presenza di fumi nell’aria, dichiarando il timore che le emissioni provenienti da uno stabilimento chimico in particolare potessero arrecare danno all’ambiente e di conseguenza ai cittadini.
“Anche Codici, quindi si sta facendo carico della questione – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – i nostri legali stanno studiando il materiale di cui sono in possesso per avviare le opportune azioni legali. Intanto invieremo un esposto alla Procura della Repubblica”.
“Occorre fare immediata chiarezza – conclude il Segretario Nazionale – di casi emblematici di inquinamento industriale il Lazio ne è purtroppo pieno, basta pensare a Colleferro, Valle del Sacco, Anagni, divenute aree simbolo, nella Regione, per avere un’incidenza di tumori ben oltre la media. I cittadini chiedono trasparenza e approfondimenti e soprattutto nessuna copertura per i colpevoli”.

Torna su
RomaToday è in caricamento