TiburtinoToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dalla Turchia a Colli Aniene con borsoni carichi di profumi contraffatti

Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di importazione e vendita di prodotti contraffatti, ricettazione e contrabbando illegale di tabacchi lavorati esteri

 

Un magazzino clandestino per lo stoccaggio di prodotti di bellezza, profumi e orologi contraffatti è stato scoperto nella zona “Colli Aniene” dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, che hanno denunciato un cittadino di nazionalità iraniana.  

All’attenzione delle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano, coordinate dal I Gruppo Roma, non è sfuggito il comportamento dell’uomo, che era solito frequentare esercizi commerciali del quartiere Esquilino e i mercati rionali della Capitale per proporre la vendita della sua merce. 

Al rientro da uno dei suoi frequenti viaggi in Turchia, l’uomo è stato fermato dai militari, insospettiti dai grossi bagagli al seguito. Il controllo eseguito sull’autovettura e presso il deposito nella disponibilità dell’iraniano ha permesso di rinvenire oltre 2000 profumi e prodotti di bellezza contraffatti delle marche più note (“Chanel “, “Dior”, “Creed”, “Paco Rabanne”, “Bulgari”, “Prada”, “Armani”, “Burberry”, “Dolce e Gabbana”, “Calvin Klein”, “Trussardi”, “Versace”, “Kenzo”, “Gucci”, “Narciso Rodriguez”, “Hermes”, “Acqua di Sale”), nonché centinaia di orologi ed accessori “Rolex”, riproducenti fedelmente i modelli originali. 

Nei locali sono stati trovati anche 1.700 narghilè, completi degli accessori per il loro assemblaggio, nonché 14 chilogrammi di melassa da utilizzare come prodotto da fumo.

Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di importazione e vendita di prodotti contraffatti, ricettazione e contrabbando illegale di tabacchi lavorati esteri.

L’operazione si inserisce nel più ampio dispositivo messo in atto dalla Guardia di Finanza a salvaguardia dell’economia legale e della salute pubblica.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento