TiburtinoToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla Turchia a Colli Aniene con borsoni carichi di profumi contraffatti

Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di importazione e vendita di prodotti contraffatti, ricettazione e contrabbando illegale di tabacchi lavorati esteri

 

Un magazzino clandestino per lo stoccaggio di prodotti di bellezza, profumi e orologi contraffatti è stato scoperto nella zona “Colli Aniene” dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, che hanno denunciato un cittadino di nazionalità iraniana.  

All’attenzione delle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano, coordinate dal I Gruppo Roma, non è sfuggito il comportamento dell’uomo, che era solito frequentare esercizi commerciali del quartiere Esquilino e i mercati rionali della Capitale per proporre la vendita della sua merce. 

Al rientro da uno dei suoi frequenti viaggi in Turchia, l’uomo è stato fermato dai militari, insospettiti dai grossi bagagli al seguito. Il controllo eseguito sull’autovettura e presso il deposito nella disponibilità dell’iraniano ha permesso di rinvenire oltre 2000 profumi e prodotti di bellezza contraffatti delle marche più note (“Chanel “, “Dior”, “Creed”, “Paco Rabanne”, “Bulgari”, “Prada”, “Armani”, “Burberry”, “Dolce e Gabbana”, “Calvin Klein”, “Trussardi”, “Versace”, “Kenzo”, “Gucci”, “Narciso Rodriguez”, “Hermes”, “Acqua di Sale”), nonché centinaia di orologi ed accessori “Rolex”, riproducenti fedelmente i modelli originali. 

Nei locali sono stati trovati anche 1.700 narghilè, completi degli accessori per il loro assemblaggio, nonché 14 chilogrammi di melassa da utilizzare come prodotto da fumo.

Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di importazione e vendita di prodotti contraffatti, ricettazione e contrabbando illegale di tabacchi lavorati esteri.

L’operazione si inserisce nel più ampio dispositivo messo in atto dalla Guardia di Finanza a salvaguardia dell’economia legale e della salute pubblica.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento