TiburtinoToday

Cinque furti in due mesi: alla scuola materna Sommovigo anche tracce di sangue

I locali sono stati ripuliti ma non sanificati e i genitori non mandano i bimbi a scuola

Negli ultimi due mesi la scuola materna comunale Sommovigo a Colli Aniene è stata depredata cinque volte: l’ultimo episodio è avvenuto nel primo pomeriggio di domenica, in pieno giorno. Dalla struttura non è stato sottratto nulla ma il distributore delle bibite è stato manomesso “come sempre” hanno spiegato le mamme e la finestra dell’aula delle “Coccinelle” è stata rotta (probabilmente per entrare all’interno dei locali). Ma non è solo questo a preoccupare i genitori dei bambini che frequentano la scuola: sulle pareti e sui pavimenti sono state trovate tracce di sangue. 

Tracce di sangue nei locali della scuola di via Sommovigo

Cosa sia accaduto all’interno dei locali della scuola di via Sommovigo non è ancora chiaro. “Sono intervenuti anche i Ris – ha spiegato mamma Martina – la scuola è stata ripulita ma non sanificata”. Nello specifico, per pulire le macchie di sangue dalle pareti è necessario intervenire con un macchinario adatto a questo uso che “la scuola non possiede – ha continuato Martina – pertanto, dopo la pulizia effettuata dalla multiservizi i bambini potrebbero tornare a scuola già martedì ma non abbiamo intenzione di lasciarli in una struttura che non è stata sanificata”. Oltre la rabbia, tra i genitori della scuola Sommovigo aleggiano anche la delusione e lo sconforto per l’assenza delle istituzioni, dall’ufficio scuola all’amministrazione municipale: “Negli ultimi tempi Colli Aniene somiglia molto a una zona del Bronx – ha continuato Martina – e vivere qui inizia a diventare difficile”. Ma il dispiacere è tanto anche perché: “La scuola Sommovigo è gestita da insegnanti in gamba, brillanti e questi episodi fanno male, avvengono sempre nel week end e sempre con la stessa modalità. Questa volta abbiamo trovato il sangue, cosa altro dobbiamo aspettarci?”.

La sicurezza, questa sconosciuta

Un altro particolare ha indignato i genitori: “Abito di fronte l’istituto scolastico – ha concluso Martina – ogni volta che l’allarme della scuola suona lo sento e domenica mi sono affacciata, ho visto i vigili urbani percorrere il perimetro della scuola in auto senza intervenire per capire cosa stesse succedendo”. “Siamo totalmente allo sbaraglio e all’approssimazione” ha commentato Stefano Monaco, presidente dell’associazione Roma Civitas Opus che si batte per una maggiore sicurezza nel quartiere, soprattutto a seguito dei recenti fatti di cronaca che hanno visto Colli Aniene al centro del dibattito cittadino. E mentre i cittadini chiedono maggiore sicurezza, il Partito Democratico chiede tavoli: “Un incontro con Prefetto e Questura per decidere le linee guida – ha commentato Massimiliano Umberti, capogruppo dem – Colli Aniene è diventato un caso e non è un caso di poco conto, i danni continuano ad essere tanti e le nostre denunce continuano a restare inascoltate”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

scuola-sommovigo-01-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagi: sono 2710 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 2754 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

Torna su
RomaToday è in caricamento