TiburtinoToday

Il Cinema America si sposta in periferia: sì all'arena al Casale della Cervelletta

C'è l'ok del IV Municipio: film e proiezioni all'ombra del "castello". Della Casa-Bergamo: "Opportunità culturale per periferia delicata"

Da Piazza San Cosimato, nel cuore di Trastevere, al Casale della Cervelletta, tra Colli Aniene e Tor Cervara: la rassegna cinematografica dei ragazzi del Cinema America, dopo le vicissitudini che l'hanno portata lontana dal centro storico, sbarca in periferia. 

Si all'arena estiva al Casale della Cervelletta

C'è l'ok del IV Municipio per l'arena all'ombra del Casale della Cervelletta. "La valorizzazione culturale delle periferie è uno degli obiettivi di questa Amministrazione. Infatti abbiamo sempre promosso iniziative volte a riportare la cittadinanza negli spazi pubblici coinvolgendola in eventi di arte e svago, tra cui la possibilità di riscoprire luoghi storici come la Villa romana di Podere Anna, i percorsi archeologici di Settecamini, il Casale della Cervelletta e Villa Farinacci, ma anche le piazze dei quartieri popolari animate dal Teatro dell'Opera, i mercati d'autore e dell'artigianato e le proposte di teatro itinerante. In particolare, su tutta l'area della riserva dell'Aniene su cui insiste il casale delle Cervelletta, la cui torre risale al XII secolo, è posta la nostra attenzione e siamo orgogliosi che a partire dal 9 giugno, per circa due mesi, questi luoghi suggestivi ospitino l'arena cinematografica denominata appunto 'Il cinema in piazza al Castello della Cervelletta', proposta dall'associazione Piccolo Cinema America" - hanno scritto in una nota congiunta la presidente del IV Municipio, Roberta della Casa, e il vicesindaco di Roma e assessore alla Crescita culturale, Luca Bergamo.

La rassegna che rilancia la periferia

"Un'opportunità culturale per una periferia dal delicato profilo sociale, una rassegna degna di un centro storico stavolta alla portata di tutti, un luogo simbolo che riprende vita grazie al prezioso contributo del vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, e degli uffici municipali e centrali"  - ha aggiunto la minisindaca. 

Sei mesi per ottenere i permessi

Sei mesi circa il tempo impiegato dai ragazzi del Cinema America per ottenere tutti i permessi necessari all'arena della Cervelletta.

"Dopo essere stati cacciati da Piazza San Cosimato, i ragazzi del Cinema America non si sono arresi ed hanno pensato di portare il cinema nelle periferie romane. Così, a dicembre dello scorso anno, hanno avviato le richieste di occupazione di suolo pubblico proprio per il Casale della Cervelletta. E mentre la Fiera del Primo Maggio, voluta dalla giunta pentastellata del Municipio, otteneva tutti i permessi in tempo record (la domanda è stata protocollata il 3 aprile per il 1 maggio) la cultura ha dovuto attendere ben sei mesi" - sottolinea con tono polemico il consigliere del Pd in IV Municipio, Emiliano Scascia.

"Soltanto perchè i ragazzi del Cinema America sono caparbi e coraggiosi, e soltanto per questo, che a giugno - ha concluso - ci onoreremo di ospitare questa importante rassegna cinematografica, che dà lustro e valore al nostro territorio". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento