TiburtinoToday

Tiburtino, Della Casa caccia un altro assessore: rimosso Claudio Perazzini

La "cacciata" di Perazzini segue quella dell'assessora Emanuela Brugiotti, ex assessora al bilancio della giunta di via Tiburtina

Claudio Perazzini

Continuano i guai per i municipi a gestione pentastellata. Stavolta è il IV municipio a far registrare un nuovo addio in giunta, un nuovo caso politico al momento senza spiegazioni ufficiali. Nella giornata di ieri, giovedì 13 aprile, è stato infatti rimosso un altro assessore della giunta Della Casa. Claudio Perazzini, con delega allo sport e alla cultura, è stato dimissionato dal suo incarico. 

La "cacciata" di Perazzini segue quella dell'assessora Emanuela Brugiotti, ex assessora al bilancio della giunta di via Tiburtina che nel mese di novembre si era vista sfilare la delega al bilancio e a febbraio quella alla trasparenza. Né allora, né oggi sono mancati gli attacchi delle opposizioni e anche in questo caso, tra gli altri, il gruppo Pd ha commentato: "Spiace constatare che il momento di questa uscita di scena non appare propizio perché alla vigilia di appuntamenti importanti - ha commentato Nicolò Corrado, presidente della commissione trasparenza del municipio IV. La storia politica dell'assessore Perazzini ci aveva fatto fin da subito intuire che la strada intrapresa dalla presidente del municipio sarebbe stata contraddittoria con se stessa".

"Il municipio IV arriva primo nei rimpasti di giunta - ha dichiarato Emiliano Sciascia, ex minisindaco del tiburtino oggi consigliere del gruppo dem - Claudio Perazzini è una persona competente e conoscitore del territorio che non è mai riuscito ad entrare in partita perché forse troppe le incomprensioni con la presidente". Ha concluso Sciascia: "Curioso anche che la revoca dell'Assessore arrivi proprio a ridosso delle celebrazioni per il 25 Aprile, sulle quali stava lavorando proprio Perazzini. Speriamo che questo non significhi lo stop alle manifestazioni per la Liberazione nel Municipio - infine -  da sempre molto legato alla Resistenza ed ai valori democratici che l'hanno ispirata, veramente pessimo modo di festeggiare il 25 Aprile".

Bocche cucite per ora nel Movimento Cinque Stelle. Parla solo la presidente Della Casa che motiva così la rimozione: "Non eravamo sulla stessa lunghezza d'onda". LEGGI L'INTERVISTA A DELLA CASA

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento