TiburtinoToday

Casal Bruciato, via Facchinetti ancora al freddo: a Natale servono il bue e l’asinello

La "toppa" alla caldaia non ha funzionato: 40 famiglie ancora al freddo in via Facchinetti, nell'aria aleggia lo spettro di una nuova protesta

Caldaia via Facchinetti

Oltre il danno la beffa: già perché gli inquilini che vivono nelle case del Comune in via Facchinetti (Casal Bruciato), non solo stanno al freddo ma devono anche fare i conti con promesse ben lontane dall’essere mantenute. Mancano due giorni a Natale e dal 15 novembre le palazzine della via sono al freddo, tranne rarissime eccezioni in cui i tecnici smanettano con le caldaie che ripartono per alcune ore e poi smettono di nuovo. Senza riscaldamenti hanno vissuto per settimane anche gli inquilini delle case di via Satta, via Diego Angeli e via Casal Bruciato: anche qui proteste e blocchi stradali. 

Dal comitato popolare: "Gli inquilini si sentono presi in giro e hanno ragione"

“I residenti di via Facchinetti sono stanchi, dal municipio e dal comune solo promesse, i loro animi sono ormai esasperati perché nessuno fino ad ora ha detto loro cosa sta realmente succedendo: si sentono presi in giro e hanno ragione, vogliono conoscere la data in cui saranno definitivamente accesi i riscaldamenti” hanno spiegato ai nostri taccuini dal comitato popolare Casal Bruciato che insieme alla Rete Popolare Tiburtina, sta supportando gli inquilini dei civici 127 e 137 nella lotta intrapresa ormai da 20 giorni. 

Famiglie ancora al freddo, non si escludono nuove proteste nelle prossime ore

Gli inquilini di via Facchinetti sono scesi in strada (l’ultima volta in ordine cronologico) giovedì ma prima ancora hanno manifestato la propria rabbia anche in altre occasioni, bloccando la strada e chiedendo l’intervento immediato di tecnici e politici. Sì perché nonostante i pezzi da sostituire per il funzionamento corretto della caldaia siano “in arrivo” (a più di un mese dalla data canonica di accensione dei riscaldamenti in città), è contro la politica territoriale e comunale che battono i pugni, la stessa che non ha agito in tempo per evitare tutto questo disagio e per scongiurare il freddo anche a Natale per bambini, anziani e disabili. Non si escludono nuove azioni di protesta nelle prossime ore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

Torna su
RomaToday è in caricamento