mercoledì, 22 ottobre 12℃


Casal Bruciato, spari tra la folla in via Diego Angeli: un ferito

Spari tra la folla, in quel momento numerosa in quella che è la piazza principale del quartiere. I sicari hanno rincorso la vittima nel tragitto che va da Piazza Balsamo Crivelli a via Diego Angeli

M.S. 10 luglio 2011
11

Sparatoria in strada a Casal Bruciato. Un uomo di 33 anni è rimasto ferito al termine di una serie di spari che hanno attirato l'attenzione dell'intero quartiere. A sparare sarebbero state, secondo le informazioni raccolte, due persone fuggite poi a bordo di uno scooter. L'uomo non sarebbe in pericolo di vita: avrebbe infatti riportato ferite alle gambe e all'addome.

Numerosi i colpi esplosi, durante quello che è stato descritto dai testimoni come un vero e proprio inseguimento di corsa a piedi tra i sicari e la vittima. Una corsa iniziata in piazza Balsamo Crivelli, dove la vittima stava passeggiando, e finita poi in via Diego Angeli dove l'ambulanza, intorno alle 22.10, ha portato via l'uomo rimasto ferito.

L'episodio è avvenuto tra la folla. Tanta infatti la gente in strada in una normalissima domenica sera d'estate, trascorsa dagli abitanti del quartiere in quella che è la piazza principale della zona.

Un testimone ci racconta: "Ero con mio figlio ed ho visto correre una persona con una pistola in mano. La prima cosa che ho fatto è stata proteggere mio figlio, poi ricordo solo di aver visto questa persona a terra. Pensavo ad uno squilibrato, invece pare non fosse così".

Tanta la gente accorsa in strada che racconta: "Pensavo a dei fuochi d'artificio", spiega una ragazza. "Però poi gli spari erano talmente ravvicinati che ho realizzato fosse qualcos'altro. Quando ho sentito le sirene ne ho poi avuto la certezza". Nella gelateria in piazza non si parla d'altro e si racconta: "Noi abbiamo solo sentito gli spari e poi la gente, tra l'incuriosito e l'impaurito, correre via. Poi tanta polizia".

Fuori dalla gelateria una ragazza, ancora scossa, riferisce di aver visto un giovane con la pistola puntata passare a pochi centimetri da lei. Polizia e carabinieri per tutta la sera hanno cercato i bossoli nel tratto che va da Piazza Balsamo Crivelli a via Diego Angeli. In questo tratto infatti si è  dipanata la corsa della vittima. Tracce di sangue sono state rinvenute davanti alla farmacia, mentre la vittima si è poi accasciata 30 metri più in là.

Annuncio promozionale

Sull'episodio indagano gli agenti del commissariato Sant'Ippolito.

Casal Bruciato
sparatorie

11 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di italo italiano

    italo italiano credo che a volte sia anche normale prendersela col sindaco di turno, ma credo che non si debba semplificare così tanto le cose. Ci fosse stato quell'inetto truffatore di Rutelli o il festaiolo approfittatore Veltroni non sarebbe cambiato proprio nulla. A me Alemanno non piace granchè, ma non me la sento di dare la colpa a lui. Gli episodi violenti stanno aumentando, e tanto. Il fatto che di giorno o di sera, senza problemi e preoccupazioni per testimoni e altro, avvengano episodi di questo genere, fa ovviamente preoccupare. Io sono del parere che chi di dovere sa perfettamente l'origine di questi episodi, ma purtroppo a volte non si può procedere, o non si vuole, a breve termine.

    l'11 luglio del 2011
    • Avatar di Henry B

      Henry B > credo che a volte sia anche normale prendersela col sindaco di turno, ma credo che non si debba semplificare così tanto le cose. Ci fosse stato quell'inetto truffatore di Rutelli o il festaiolo approfittatore Veltroni non sarebbe cambiato proprio nulla. > A me Alemanno non piace granchè, ma non me la sento di dare la colpa a lui. La differenza, già spiegata mille volte, sta nel fatto che l'attuale sindaco con la sicurezza (garantendola ovviamente) ci ha fatto e vinto una campagna elettorale, mi sembra il minimo che gli venga ricordato. Che poi veltroni abbia sottovalutato alcuni fenomeni e che altri non sia ovviamente colpa specifica di alemanno è vero na qualcuno dovrà prendersi ogni tanto la responsabilità delle proprie parole ?

      il 12 luglio del 2011
    • Avatar di Simona Fusco

      Simona Fusco Concordo praticamente in tutto ... secondo me sanno cosa stia accadendo ...

      l'11 luglio del 2011
    • Avatar anonimo di Rasputin

      Rasputin Si possono avere tutte le opinioni, ma dire che Rutelli è stato un truffatore e Veltroni un profittatore è solo la calunnia di un anonimo un po' stupido. Si poteva fare di meglio, ma Roma ai loro tempi era migliore in tutto. Certo, visto il degrado attuale, basta poco. Il sindaco attuale è una vera barzelletta.

      l'11 luglio del 2011
  • Avatar anonimo di Marianna

    Marianna Ma la cosa peggiore è che, gira gira, saltano sempre fuori gli stessi nomi, anche degli anni '70. Ma avrà ragione un mio amico che dice che al posto del carcere ci vuole l'inceneritore ?

    l'11 luglio del 2011
  • Avatar anonimo di Beppe

    Beppe Criminalità senza freni, incuria e monnezza dappertutto, servizi che non funzionano, assunzioni di amici e corrotti nei posti di responsabilità: questa è la Roma di Alemanno. Prima non era così.

    l'11 luglio del 2011
    • Avatar anonimo di io

      io Ma dove stavate fino a ieri quello è stato un bronx ci sono più persone ai domiciliari che abitanti,se volete stilo una mappa completa di queste zone zone così non vi scandalizzate con la prossima cronaca. Ps io non sto con alemagno mi sta su palle peggio che a voi !

      l'11 luglio del 2011
      • Avatar anonimo di TONY

        TONY Prima di fare certe affermazioni su un quartiere e/o su delle persone dovresti informarti sullo stato attuale delle cose... li anni 80 sono finiti da un pezzo

        il 12 luglio del 2011
        • Avatar anonimo di io

          io Ci ho convissuto per 4 anni a via diego angeli ci lavoravo e ci dormivo quando faccio affermazioni è perchè le Ho viste ,sentite ecc... Gli anni ottanta erano fantastici soprattutto per la musica !

          il 13 luglio del 2011
  • Avatar di Giovanni Storto

    Giovanni Storto ma che città è diventata Roma?? c'è praticamente un agguato a settimana. Stavolta non c'è stato il morto, ma comunque si spara e stavolta pure in mezzo alla gente. Ma siamo ancora al sicuro qui?!

    l'11 luglio del 2011
  • Avatar di Aldo Temperini

    Aldo Temperini Da casa sembravano fuochi d'artificio. Siamo scesi per un semplice gelato e sotto casa c'era il putiferio di polizia e carabinieri. La cosa incredibile è che la piazza era piena di gente, anziani, bambini, gente adulta di ogni tipo. Non si tratta quindi di un luogo abbandonato o cmq isolato. Questi non si sono fatti scrupoli a correre in mezzo a sta gente con la pistola puntata. Che schifo. E' il far west.

    l'11 luglio del 2011