TiburtinoToday

Casal Bertone, riapre la mensa della residenza universitaria: fuori dai pasti sarà aula studio

Lo spazio è stato inaugurato questa mattina dal vicepresidente regionale Massimiliano Smeriglio

Dopo dodici anni di chiusura, Regione ed Ente per il diritto allo studio, Disco, riaprono la mensa della residenza universitaria Ezio Tarantelli, in via de Dominicis 13, a Casal Bertone. Una mensa da 100 posti, che grazie ad un accordo siglato l'università La Sapienza, Disco e Cimas srl, può essere destinata allo studio una volta terminato l'orario di erogazione dei pasti. Il tutto all'interno di uno spazio di 300 metri quadrati con altri 100 esterni. L'inaugurazione è avvenuta questa mattina dal vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, alla presenza del commissario di Disco, Alessio Pontillo.

"La riapertura della mensa", si legge in una nota della Regione, "si inserisce tra le iniziative volte a rinnovare e migliorare le condizioni degli studenti del Lazio: il diritto allo studio ha rappresentato infatti per la Regione un asset strategico su cui investire con forza; sotto molteplici aspetti, un punto di eccellenza su cui costruire in questi anni un orizzonte per un nuovo modello di sviluppo e per l’innovazione". 

Questo il commento del vicepresidente Smeriglio: "Continuiamo nel lavoro sulle nuove generazioni e sulla loro formazione. Anche questa giornata è infatti perfettamente all’interno di un percorso di rinnovamento sul diritto allo studio che abbiamo costruito con forti investimenti a partire dal 2013. Voglio ricordare le borse di studio, oggi erogate a più di 22 mila studenti, e la cancellazione della figura dello studente idoneo ma non beneficiario che negava fino a quell’anno il contributo allo studio a ben 6 mila studenti con tutti i requisiti di merito ed economici. Accanto a questo c’è la nuova legge Disco, con cui il sistema della promozione del Diritto allo studio viene completamente ripensato e rinnovato, con risparmi e protagonismo studentesco e c’è il pacchetto di azioni chiamato “Generazioni” che ha incardinato una serie di opportunità di empowerment a partire dal progetto Torno Subito, giunto alla quinta edizione ha già coinvolto 6000 ragazzi per un periodo di formazione all’estero o in altre regione italiane. Investire nella conoscenza significa porre le condizioni per guardare e costruire il futuro".

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: domani 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Pistola contro la vittima per rapinarla del Rolex, poi cade in scooter durante la fuga

Torna su
RomaToday è in caricamento