TiburtinoToday

Casal Bertone: Marco, l’artigiano in pensione che insegna gratis la musica ai bambini del quartiere

Una volta a settimana, il mercoledì, Marco e la sua pianola sono al parco Conticelli per la scala del "do"

Foto comitato di quartiere Casal Bertone

“Bene comune” a Casal Bertone non è solo uno slogan. Lo dimostra l’attenzione e la “devozione” che i cittadini e, in particolare il comitato di quartiere, hanno nei confronti del parco Conticelli. Già perché se la signora Gina si preoccupa di curare il giardino rinvenuto dopo il recupero del parco e Luigino realizza una meridiana in legno per donarla a tutti, Marco insegna musica ai più piccoli una volta a settimana. Lo abbiamo incontrato per capire cosa lo spinga a impartire lezioni gratuite ai bambini di Casal Bertone.

Marco, l'artigiano musicista: "Mi piace pensare che tutti possano avere possibilità in più"

“Sono un artigiano e sono in pensione, ho sempre lavorato con le mani e amato la musica ma non ne ho mai fatto una professione” ci dice entusiasta Marco, anche membro del comitato, dopo una lezione. La sua praticità con i bambini l’ha acquisita nel tempo, da quando ha iniziato a collaborare con un’associazione di Tor Pignattara aiutando i più piccoli a studiare. “Mi piace pensare che tutti possano avere le stesse opportunità per fare qualcosa in più e in questo particolare momento dove la tecnologia ha soppiantato tutto il resto, è importante ritornare alle cose semplici” dice. Ogni mercoledì, Marco prende la sua tastiera, qualche sedia piccola e si dirige al parco Conticelli, inizia a suonare e piano piano si avvicinano i bambini, dal più sveglio che trascina il più timido. “Insegno loro la scala del do e come utilizzare tutte le dita per le note lavorando solo con i tasti bianchi” spiega. Ci sono anche “alunni” che hanno poco più di due anni e sono già il suo orgoglio: “Quando mi incontrano sono loro a salutarmi e questo mi riempie il cuore di gioia”. 

Iniziative culturali per combattere l’abbandono istituzionale

"Non ci arrendiamo all'abbandono delle istituzioni e all'assenza di fatti concreti da parte dell'Amministrazione. Continueremo a organizzare eventi culturali e iniziative sociali anche e soprattutto indirizzate verso i più giovani, quelli che soffrono di più l'assenza di spazi culturali, verdi e di divertimento” dicono dal comitato di quartiere. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento